bla 

File corrotti

Rappresentazione artistica del mondo sommerso del deep web e dei suoi contenuti più violenti e le sue similitudini con il disturbo psicopatico di personalità.

Cosa sono questi due universi? Come entrano in contatto con la vita reale? Si è a conoscenza di quanta influenza hanno e di quanto effettivamente ci si viva a stretto contatto, spesso senza nemmeno accorgersene?

Il deep web (o dark web, nella sua parte più profonda e oscura) è un internet sommerso, non indicizzato, dove è possibile navigare nel completo anonimato, composto da URL e link che cambiano continuamente e dove è possibile trovare ogni tipo di contenuti, compresi materiali che includono le peggiori violenze ed atrocità, nascoste magari dietro a file a prima vista innocui.

Così come i soggetti psicopatici, apparentemente persone normali, spesso anche fascinose e ben integrate nella società, ma che sono in grado di commettere le peggiori bestialità che l'uomo possa concepire.

Ogni foto è una fusione di più immagini e frame, frutto di mesi di ricerca e navigazione nell'internet profondo, a cui è poi stato alterato il codice testuale, inserendovi all'interno, link, commenti o descrizioni ritrovate nel deep web. Le sette immagini finali risultano quindi dei file corrotti, ciò è visibile tramite tracce di glitching presenti sulle foto.

File corrotti sia a livello materiale che sotto il profilo morale.

Questo editing particolare ha necessitato di un output adatto: proiezioni su reti per zanzariere semitrasparenti (rete=net) che vanno a creare un'installazione immersiva in cui lo spettatore può letteralmente muoversi a cavallo tra mondo reale e mondo virtuale. E' sempre presente un senso di straniamento dato dal fatto che non è mai possibile capire fino in fondo a cosa si è posti di fronte.

La colonna sonora è stata prodotta anch'essa lavorando su un'immagine utilizzando un editor audio, un continuo rimando ad un qualcosa che in realtà non è del tutto come appare.

Lo scopo di questo progetto è quello di portare alla luce queste realtà così nascoste ma ben presenti, dalle quali attualmente non vi è nè difesa, nè metodi di contenimento, se non quelli dell'informazione, dell'educazione e della conoscenza.

Tutti i diritti riservati a Chiara Giovanelli, 2016 - vietata qualsiasi riproduzione.

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now